Produit CORSU E RIBELLU

X

(Frédéric Bertocchini – Alta Frequenza) A passata di a reazzione di disprezzu intesa durante l’ultimu cunsigliu municipale di a merria d’Aiacciu contru à un eletta di Corsica Libera per via ch’ella s’hè sprimata in lingua corsa deve esse cunsiderata cù tuttu u ricusu ch’ella si merita. Ch’ella fussi chjara, ùn lasceremu micca passà sti cumpurtamenti. Per certi candidati, a nostra lingua, a nostra identità è a nostra bandera ùn fermanu chè fiocchi eletturalisti.

AltaFrequenza

Da u nostru cantu, simu millaie à caminà in l’andatu chì ci porta à a cuufficialità. Dipoi 40 anni, simu stati di tutte e lotte. Si sò mossi i militanti di Corsica libera per ch’ella ritrovi a so dignità è a so piazza nant’à a so terra. St’impegnu ci hà purtatu à u votu d’un statutu ghjuridicu ufficiale da una maiurità d’eletti di tutte e tendenze di l’Assemblea di Corsica. E prove di qualchì minuritari fermanu propiu luntane di a realità di a Corsica d’oghje. Sò vane è miserose. Dumane a lingua corsa serà più presente chè oghje in u spaziu publicu è istituziunale. Basta à sente l’indignazione di tutti per misurà a forza di sta vulintà pupulare.

Sti cumpurtamenti d’una parte di i sustegni di u Merre d’Aiacciu chjamanu à una chjarificazione da a so parte, nant’à u fondu cum’è nant’à a forma. Prima perchè l’ordine di e riunione face parte di e so prerugative, moltu più quandu u tazzu vene da i soi. Eppò perchè u merre hè u solu elettu UMP, cù una di e so culistiere di l’Assemblea di Corsica à avè dichjaratu esse à prò di a cuufficialità.

Ch’ella fussi detta : mai serà pruibita a lingua corsa in terra corsa.

CORSICA LIBERA

LIRE LA SUITE SUR ALTA FREQUENZA