Produit CORSU E RIBELLU

X

Ogettu : Petrapola è Puzzichellu

O Sgiò Presidente,

U 25 di lugliu di u 2013, a nostra assemblea hà vutatu à l’unanimità una muzione nant’à u termalisimu in Corsica. A deliberazione facia u custattu ch’elle eranu pocu sfruttate, à l’ingrossu, e surgente termale di l’isula, malgradu u so valore medicale è e virtù di e so terappie. Dumandava sta muzione ch’è no ci impegnimu, da sustene u sviluppu è a strutturazione di l’attività, chì, in stu cuntestu economicu pessimu, puderia creà impieghi è abbuccà in certi lochi a rivitulita di a ruralità corsa.

simeoni femu luciani saveriu xavierSi trattava infine d’assucià a Cullettività, cù e so agenzie è i so uffizii, à l’Agenzia Regiunale di a Salute (ARS), quessa per riflette è almanaccà qualcosa in u quatru di u famosu PADDUC. Un’annu è mezu dopu sta deliberazione, à chì ne simu ? L’assai ùn esiste più è u pocu chì ferma hè maladicciosu. Dimu la puru, ci pare più chè foscu u so avvene. Un parleremu quì di a storia dipoi l’epica rumana, nè menu di vulè più chè pan’ di granu. Fattu si stà quantunque chì, s’ellu si parla solu di l’aspetti patrimuniali – lascemu da cantu u cunventu d’Orezza o u situ di Pontenovu per stamane -, ne simu à circà di salvà omancu e vistighe di ciò chì fù. S’omu piglia per indettu u casu di Puzzichellu, vi dicerete ch’ellu ùn appartene à a CTC, tira avanti è passa…

Ch’è vo sappiate chì sin’à u 1943, ci era in l’Aghjone a gara di Puzzichellu.. Vole dì ciò ch’ellu era stu locu per i corsi, ciò ch’ellu era per quelli chì circavanu à guarisce di u raspiu.

Quessa per divvi chì quì, qualcosa ci vole à fà per valurizà u situ è mantene e vistighe. S’omu guarda più sottu, in Fiumorbu u locu chjamatu dipoi sempre « i Bagni », in Petrapola, nant’à a cumuna di l’Isulacciu, ne simu dinò à chì feremu. A ci feremu corta : annu, ci hè statu circa 400 curisti in un locu induv’ellu s’aspetta l’auturisazione di cuntinuà, ancu senza alloghju. Vi ricordu chì u situ hè statu compru da u Cunsigliu Generale di Cismonte (1.500.000 euri), cù un’aiutu di 800.000 euri venuti da a CTC.. Iè, ma per chì fà ?

Per avà, sapemu ch’ellu ci hè un studiu in cor’ di realisazione è una dumanda d’apertura à l’ARS senza pussibulità d’alloghju.

U prugettu indiatu mentuveghja una riflessione nant’à un’impalcatura territuriale, appaghjendu forse l’attività muntagnola cù u turisimu, e strutture piaghjinche di balneoterappia è l’uspidali corsi. Si parla ancu di ligà cure cusìdette « suciale » cù ciò ch’ellu si prupone à livellu di ciò ch’elllu si face oramai à bor’ di mare. Si sà ch’ellu ci seria bisognu di turnà à mette in statu a struttura attuale

– 600.000 euri cù 66% previsti da u CG, u restu da a cumuna di l’Isulacciu 

L’avete capita, à traversu st’esempiu di Petrapola, ne simu à dumandavvi di purtà una riflessione nant’à una filiera d’avvene, per avà bella alluppiata.

Quì m’arreghju è vi dumandu, à nome di Femu a Coersica : per contu vostru, chì cuntate di fà per sgrignà a porta di u sviluppu di u termalisimu, in Petrapola è in altrò ?

Vi ringraziu.

SAVERIU LUCIANI FEMU A CORSICA