Produit CORSU E RIBELLU

X
Pensendu à u travagliu di Francescu Alfonsi nant’à à a lingua, durante 5 anni in Brusselle, eccu quì passi di u mo discorsu in Strasburgu, à l’Assemblea Auropea, u 4 di lugliu di u 2013 à prò di stu cartulareÙn sò s’ella hè a prima volta ch’ellu si sente u Corsu quì – m’anu dettu chè sì -, ma voli sì voli nò, vi possu dì ch’e sò propiu cummossu di parlà a mo lingua oghje in sta cummissione di l’Assemblea Auropea in Strasburgu. Ringraziu à Francescu Alfonsi, vi ringraziu per st’accolta, è vi salutu per ciò ch’è vo site è per ciò ch’è vo pudite fà, in a vostra azzione pulitica, à prò di ste lingue cusìdette minuritarie. Stamane sò venutu à divvi chì ancu a mo lingua hè a para à tutte quill’altre lingue d’Auropa, siasi quelle di i stati, siasi quelle di e nazione senza statu.
Un passu in daretu per divvi chì a nostra rivindicazione nant’à a lingua hè sempre stata in core di a lotta di u muvimentu naziunale corsu dipoi più di 40 anni, per ciò chì tocca à a nostra epica muderna. S’e sò quì à parlà di ciò ch’è no simu in traccia di fà, parlendu di a lingua, elettu è militante naziunalistu impegnatu dipoi tant’anni, insignante di Lingua Corsa, erede d’un cumbattu à prò di l’identità. capiscerete ch’ellu hè per mè u più bellu umagiu à « i nostri », i morti è i vivi, attori educativi, culturali, assuciativi, pulitichi, à tutti quelli chì anu purtatu à straziera è à l’inforse, ma decisi è forti, a bandera di l’esistenza, à nome d’una nazione sempre viva.

A prima quistione ch’omu si pone, hè quella di a gestione di e lingue « regiunale da u statu francese. Eccuci cunfruntati à un guvernu chì nega u pocu di perspettive di sviluppu, quandu chì parechji parlementarii francesi è auropei indianu un prucessu puliticu di salvezza è di prumuzione per ste lingue indebbulite, minacciate o sippuru in periculu di morte.

In u casu corsu, sappiate chì ogni volta chì l’Assemblea di Corsica hà prupostu qualcosa in stu duminiu, Parigi hà sempre cacciatu u so « joker » di l’anticustituziunalità. Quand’omu sà ch’ella hè stata quantunque mudificata 24 volte sta custituzione, pigliemu a so risposta solu cum’è un’attu antidemocraticu è basta. Fatta si stà chì per via di l’articulu 2 di a Custituzione francese – «u francese lingua di a republica » – u Statu hà cunfinatu e primure d’un populu in l’articulu 75.1, da « scusa patrimuniale ». Dipoi 30 anni, i dispusitivi anu avutu per scopu di calmà u clima puliticu isulanu, à colpi d’accunciamentucci linguistichi, invece di risponde à a quistione fundamentale di u rollu è di u postu di a nostra lingua in Corsica è aldifora.

In stu filu, pratendimu chì ciò ch’è no vulimu, una demucrazia linguistica, ùn hè mancu à pena dichjarà a guerra à a lingua francese, ma cumbatte stu « monolinguisimu di statu ». Infatti, parlendu di stu ricusu di ratificazione di a Cartula Auropeu, a gattiva nutizia ci pare piuttostu a manera ch’ellu accosta u Statu francese a « quistione corsa »… (…)

« Ciò chì accade à sta terra, accade à u figliolu di sta Terra »…Tante generazione, à spessu e più giovane, linguimozzu cù una cuscenza misera. Capite bè chì a sfida hè tamanta, è varca l’aspettu linguisticu. Si tratta bè di u diventà di sta sucetà in pezzi. In stu cuntestu, a lingua ci apre u purtone di un riacquistu da inventà un raportu novu trà di noi, ma dinò riguardu à l’altri territorii è à e so lingue. (…)

Ci hè dunque un’inadequazione trà bisogni è realità linguistica. In fin’ di contu, a lingua corsa ferma in una situazione di lingua minurata chì vene à impettà i termini di u sistema uzziunale è facultativu. Cambià e regule è bisognu tremendu di decisione pulitiche forte : eccu a strada di stu saltu qualitativu, quella d‘una gestione pianificata di u biplurilinguisimu, cù a presenza di u corsu ch’ùn si pone più di manera sclusiva, ma in un spaziu neguziatu di funziunamentu è di coesistenza.

L’insignamentu di u Corsu hè piazzatu sott’à a respunsabilità di a Cullettività di Corsica, cù l’articulu 7 di a lege di u 22 di ghjennaghju di u 2002. Ma i mezi umani è quelli di a furmazione iniziale è cuntinuva dipendenu sempre di u Statu. U bilanciu ? Tutti i piani anteriori di a CTC anu fiascatu. Dopu à un sundasgiu publicatu d’aprile scorsu, chì palesa chì 90% di i corsi si prununziavamu à favore d’una sucetà bislingua, eccu ch’ellu intervene u votu di l’Assemblea di Corsica, u 17 di maghju di u 2013. Sò 70% l’eletti favurevuli à u prugettu di cuufficialità è di rivitulisazione di a lingua Corsa (36 voti à prò è mancunu contru). L’Assemblea dumanda cusì à u Statu di creà e cundizione ghjuridiche di a messa in opera di stu prugettu. (…)

In u so introitu, stu statutu ammenta l’esempii catalanu è bascu, spieghendu ch’è no vulimu scappà ancu noi da l’Atlante di L’Unesco. Dice dinò chì malgradu i sforzi, malgradu l’acquisti di spazii fora di u ghettò di a scola, anu fiascatu tutte e pulitiche publiche messe in ballu per rimbarscià u prucessu. Accerta soprattuttu chì l’ufficialità di a Lingua Corsa ferma u fundame ghjuridicu da mette in andu da purtà una pulitica vulintarista è efficace, s’omu intende almanaccà, à partesi da u 2014, a prima tappa di a pianificazione linguistica è culturale chì và ver di u 2020 (…)

Oghje, una strada ci hè chì si chjama « sucetà bislingua ». L’affare serà avà di sente a risposta di Parigi è di misurà a capacità di i riprisententi di a Corsica à fassila valè. O simu eletti legitimi di stu populu, o simu cundannati à indinuchjacci, ancu per l’altri cartulari maiò ch’è no purtemu, vale à dì u PADDUC, u trasferrimentu di a cumpetenza fiscale, u statutu di residente è u cartulare fundariu. Eccu, simu à a strinta di u saccu. Per contu nostru, u scopu avà hè quellu di cunsultà u Populu Corsu per referendum.

Stu 4 di lugliu, l’averete capita, sta lotta ùn hè finita. S’ella ci porta quì hè perchè chì emu, a tornu à dì, bisognu di voi dinò. È s’ellu ci vole à mudificà in urgenza u raportu trà a Corsica è Parigi, hè bella chè capita ch’ellu ci tocca à inceppà bè u raportu trà a Corsica è l’Auropa. Allora per cunclude, aiutateci è aiutemuci chì una strada ci hè, quella di u cambià. Una strada ci hè, per a nazione corsa, micca solu quella di a storia vechja, d’un innu o d’una bandera, ma quella di u Populu d’avà chì s’avvia ver di a mudernità è chì vole custruì, in core di u Mediterraniu, i ghjorni à vene di i so figlioli.

Saveriu Luciani

 (…)

CorsicaInfurmazione.org by @Lazezu 

Revue de Presse et suite de l’article  : 

sur Corse Matin, sur Alta Frequenza, sur RCFM, Sur Corsica, Sur le Journal de la Corse, Sur Alcudina, sur Corsica Infurmazione/Unità Naziunale, sur France 3 Corse, Sur Corse Net Info (CNI)

Corsica Infurmazione: l’information de la Corse, des Réseaux sociaux et des Blogs politiques [Plateforme Unità Naziunale]