Produit CORSU E RIBELLU

X

O SGIÒ Presidente, O sgiò cunsiglieru esecuttivu,

A lingua hè un puntellu maiò di u nostru esse cullettivu. A sò difesa è a so prumuzione sò in core di u nostru impegnu puliticu, è dinù di u nostru prugettu di sucetà.

Hè dunque, incù un’attenzione particulare ch’emu studiatu di manera apprufundita u ducumentu ch’è ci prupunite oghje.

In u primu tempu, vi vuleriamu fà sapè chì simu felice di vede infine sposte e vostre orientazione di pettu à a lingua corsa. Hè impurtantissimu di cunnosce e vostre intenzione in stu duminiu, è a vi l’aviamu dumandà parechje volte, chì per noi u cartulare di a lingua deve esse una priurità. E raggione di sta primura ch’è nò li demu è cunniscite forse quant’è noi. Ma a sapete chì a nostra vuluntà di salvà a nostra lingua, di prumovella, di sparghjella ùn custituisce solu un elemente puliticu di ricunniscenza ma custituisce dinù u solcu maiò di a sucetà ch’è nò vulimu custruisce per dumane. Una sucetà ch’è nò vuleme bislingua è ind’a quale a lingua corsa serà vissuta cun un fattore di prumuzione individuale, di prumuzione cullettiva è di leia suciale è un vettore d’integrazione di tutti quelli chì volenu campà in u nostru paese.

.

This content is restricted to site members.

Contenu réservé aux membres

Produit CORSU E RIBELLU