Produit CORSU E RIBELLU

X

Assemblea di Corsica, u 14 di marzu di 2013 : dumanda a bocca posta da Saveriu Luciani : Lingua corsa – gestione oghjinca è filiere bislingue di u secundariu.

A nostra dumanda ammenterà, cum’è tante volte, a prublematica di a Lingua. Dipoi u principiu di sta mandatura, u nostru gruppu n’hà postu più d’una decina, siasi nant’à a virsura generale di e pulitiche linguistiche, palisendu in particulare e mancanze è l’insufficenza di l’impegnu di u statu, per siasi nant’à punti più specifichi ; per indettu a quistione di l’intervenanti in e scole primarie o di a creazione d’un’agregazione è ultimamente per l’integrazione di e lingue cusì dette « regiunale » in u prugettu di « lege d’urientazione è di prugrammazione per a rifundazione di a scola ».

Oghje ghjornu, à livellu di u custattu, ne simu sempre à chì feremu. Vogliu parlà quì di l’ogettivi definiti da u pianu strattegicu vutatu in u 2007 per u periudu 2007-2013. Simu più chè in ritardu, inquant’à a generalisazione di e scole materne bislingue, u sviluppu di e filiere in u secundariu, u frezzame di i posti, più peghju quand’omu parla di furmazione iniziale o cuntinua di i persunali o d’abbilitazione, tira avanti è passa. Vogliu vene à dì chì a situazione oghjinca hè più chè strana, è ne ghjunghje, ch’omu voglia o nò, à un puntu di rumpitura.

U scalu trà a vulintà è u travagliu di st’assemblea di Corsica è à prò di a lingua è ciò ch’ellu si vede da a parte chersa à u Statu hè più chè palesu.

Ma cumu si puderà capisce sta sitazione dannifica per a lingua, quandu chì, à cantu à un statu ch’ùn risponde micca à ciò ch’ellu s’aspetta da parte soia, l’eletti di a Corsica accostanu dipoi dui anni a quistione fundamentale di u statutu di a lingua ?

I sforzi l’ete fatti è l’emu fatti tutti, sustenendu è impegnenduci in u filu di « u fogliu di strada » ch’è v’ete presentatu à l’eletti di a Corsica. Si pò pate d’altronde, di pettu à sta mossa di mudernisazione, – vulsuta da u Populu Corsu, da a maiò parte di u corpu suciale – infatti di campagnata per stabbilisce a demucrazia linguistica, una reazzione negativa da Parigi. Ne simu avvezzi ma quessa ci impreme pocu s’è st’assemblea, oghje dumane, piglia a pratesa di a cuufficialità.

L’affare, è a dimu di manera sulenne, serà di truvacci un cuntenutu à l’altura di ciò ch’omu aspetta : micca un testu per facci piacè, viotu o guasi viotu, un bellu statutu di lingua regiunale, mezu folcloricu, mezu simbolicu, mezu mortu. Innò aspettemu l’abboccu di a seconda tappa di u Riacquistu. Dicu bè u Riacqusitu.

Ma per turnà à i ghjorni d’oghje – chì per avà ne simu à gestisce u pocu -, a lingua corsa ferma nant’à u listinu di l’UNESCO rilativu à e lingue minacciate di disparizione. Aspettendu u più ci tocca à migliurà u nostru pocu. N’aghju parlatu à principiu, a situazione hè pessima in tanti lochi. A sminuzione cuntinuva di i mezi, risorze umane, dutazione in ore d’insignamentu, o sippuru certe « riclame » d’ozzione o di filiere « prestigiose » mettenu à baccu unepoche d’iniziative bislingue. In i licei, e filiere bislingue sò belle scarse per ùn dì peghju ; in i cullegi, ci hè in quà è in là, di manera prugressiva – permettitemi sta parolla « prugressiva » – ne simu à circà di salvà ciò ch’ellu ci ferma. In certi stabbilimenti, oramai ancu per qualunque scusa, sminuzione di l’effettivi, mancanza di prufessori abbilitati, si tratta di turnà rimette à a zitta à a mutu in causa propiu u cuncettu di filiera bislingua .

Ùn anderemu per tante strade : aspettendu l’evuluzione significative, quella di a lingua Corsa à mezu à altre evuluzione significative in i duminii di a fiscalità, di a citatinanza o di u fundariu, ma stamane, cù sta dumanda à bocca, ne simu sempre à circà d’accimà l’ogettivi di u pianu di sviluppu 2007-2013. A CTC s’impegna assai, ma à mumenti ne seremu à a murfina bugetaria. Ma u Statu, s’ellu ùn hè chè per dacci sciffri, si stà bellu fermu, purtenduci da a fica à u peru. Sin’à quandu ?

Situazione di l’insignamentu è di u postu di a Lingua Corsa, furmazione è altru restu ammentatu più sopra : hè più chè ora di discute cù u Statu di l’urgenza, per u più in i cullegi è i licei. Ùn si pò più lacà da cantu cusì, aspettendu l’inforse d’un statutu novu, una situazione gravissima per a giuventù di stu paese.

Allora, à nome di Femu a Corsica, vi dumandemu s’è vo site pronti à indià à cortu cortu andà a discussione cù u Statu nant’à e misure ch’è no bramemu per l’avvene subbitagnu di a lingua di sta terra.

A ringrazià vi »

Femu A Corsica

suite et source de l’article

Corsica Infurmazione: l’information de la Corse, des Réseaux sociaux et des Blogs politiques [Plateforme Unità Naziunale]
Vous aimez cet article ? Faîtes-en profiter vos amis !