Breaking News

#Corse @JeanGuyTalamoni «A nostra forza ghjè u pòpulu corsu»

(Unità Naziunale – 5 mars 2018 – Publié à 14h36) intervista di Ghjuvan’Guidu Talamoni presidente di l’Assemblea di Corsica nant’à ARRITTI :

56% di i Corsi ci anu fattu cunfidenza. Qualessu hè u vostru sìntimu à l’orlu di sta nova mandatura?

D’issi voti, cusì numarosi, ne simu fieri, di sicuru.

È ringraziemu di core l’elettori. Ma ci danu sopra à tuttu una rispunsabilità tamanta. A cunfidenza manifestata di 2015 s’hè allargata assai è nimu ùn pò nigà, oramai, a legittimità chè no avemu per mette in ballu u nostru prugettu.

Issa vittoria, a vogliu dedicà à tutti quelli chì anu cumbattutu pè a Corsica è ch’ùn sò più d’issu mondu. Eppuru, sò sempre à fiancu à noi. A vogliu dedicà à i nostri feriti, à tutte e famiglie sempre in lu dulore, à i nostri prigiuneri è machjaghjoli dinù. À elli chì, parechji anni fà, sò stati ciuttati da una manu indegna in u bughju ghjalatu, à elli chì danu capu à issa sorte ingrata incù un curagiu immensu.

Ch’elli sàppianu chì ùn truveremu mai riposu, fin tantu ch’ùn seranu tutti vultati in Corsica, in casa soia.

Issa vittoria a vulemu sparte dinù incù quelli chì ùn anu vutatu o chì anu vutatu per d’altre liste, chì u paese l’avemu da fà incù tutti i Corsi. E porte di a nazione sò aperte à ognunu.

Aghju vulsutu esse, durante dui anni, u presidente di tutti i membri di l’Assemblea è u mo spìritu serà sempre quessu custì. Maiurità è uppusizione, simu tutti Corsi è appartenimu à un pìcculu pòpulu. Sopra à tuttu, simu liati da una missione à pro di u bè cumunu è di l’interessu superiore di a Corsica.

«Prugettu naziunale, ghjustizia suciale» : avete parlatu in u vostru discorsu d’invistitura d’un «mudelu corsu»?

U nostru prugettu hè naziunale, di sicuru, è dinù suciale, à prò di tutti i Corsi è in particulare di quelli chì cunnòscenu e più grande difficultà.

À quessi, vogliu ramintà u nostru impegnu suciale. À i giòvani, incerti nantu à u so avvene, vogliu dì chè no travagliemu dipoi dui anni per assicurà li, cum’ellu l’hà detta u Papa Francescu: u travagliu, u tettu, a maestria di a terra. À l’anziani, vogliu dì ch’avemu bisognu ch’elli fèrminu in a mossa di Un paese da fà da assicurà a trasmissione di i nostri valori. À l’agenti di a Cullettività, vogliu dì a nostra cunfidenza in e so cumpetenze è a so vulintà di participà à a custruzzione di a Corsica di dumane.

A Corsica chè no vulemu ghjè un paese induve nimu ùn serà lasciatu da cantu. Un paese induve ogni zitellu averà listesse pussibilità di prumuzione suciale quale ella sia l’orìgine o a situazione materiale di a so famiglia.

Hè per quessa chè no vulemu mette in ballu, d’una parte i mezi di u sviluppu ecunòmicu è suciale, è di l’altra un novu sistema educativu. Liberazione naziunale, sviluppu, educazione è ghjustizia suciale sò, è fermeranu, u core di i nostri impegni da custruì u nostru mudellu pulìticu.

Cuntinueremu à travaglià, notte è ghjornu, senza stancià, per fà chì à a fine di issa mandatura a sucietà corsa sia più ghjusta è più bona chì avà.

Source et suite

Produit CORSU E RIBELLU

bandeauribelluteeshirt (1)

Produits à partir de 13e

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: